A RICCARDO

Ora la notte non è più troppo notturna, non è più sorda a richieste polverose, un sorriso nuovo si è avvicinato.

Lentamente, annaffiato d’oro, mi ha raggiunto il petto.

Ora adagie corron le risa, pieni sono di più i volti, ricchi i minuti, miti i sogni.

A un nuovo amico, in questa gioventù complicata, una coccinella leggera per sempre nel cuore.

Antonio (1985)